La guardia forestale durante un controllo rinviene un fucile di proprietà dell'interessato, unitamente ad un silenziatore, trovato in possesso di altra persona che esercitava l'attività venatoria in una giornata di divieto della stessa: inoltre, sull'estremità della canna del fucile medesimo risultava realizzata una "filettatura" finalizzata all'installazione di un silenziatore, atto a rendere più insidioso l'uso dell'arma.