La sussistenza del precedente penale in capo ad un vigile urbano, anche se definito con una sentenza di patteggiamento, costituisce un oggettivo motivo ostativo al riconoscimento della qualifica di agente di Pubblica Sicurezza possedendo la sentenza penale di patteggiamento tutti i requisiti per essere equiparata ad una sentenza di accertamento della responsabilità penale.